Ultime discussioni sul gioco prima della pausa estiva

discussioni sui casino online e sul gioco d'azzardo

Forse, il gioco pubblico è arrivato… alla fine della sua corsa! O meglio la sua riforma e la sua ristrutturazione stanno percorrendo le giornate decisive sia in Conferenza Unificata, sia per la riunione del tavolo tecnico tra Governo ed Enti Locali: è proprio giunto il momento della verità e poi “ci sarà dato sapere” se il gioco farà ancora parte del nostro futuro sociale oppure no. In questi giorni vi saranno le ultime ore dedicate alla tematica così scottante del gioco d’azzardo prima della pausa estiva e, quindi, o l’accordo si farà a breve, oppure… mai più.

Si stanno “riunendo” parecchie scadenze, quindi, e non a caso, anche il Ministero della Salute ha fissato sempre in questi giorni la “divulgazione” del proprio parere sulla ripartizione dei 50 milioni di euro destinati al “fondo per il gioco d’azzardo patologico” e per i migliori casino online con bonus, ormai diventato “famigerato” e del quale ancora non si conoscono i dettagli: sarà forse un altro mistero che sta per essere svelato e, quindi, un’altra soluzione che arriverà tra breve.

Ora, il tempo delle scelte è arrivato e non è più il momento dei “tira e molla”. Non ci sono più alibi per nessuno: il Governo da qualche settimana, a mezzo del sottosegretario Pier Paolo Baretta, si sta giocando la partita del riordino a viso aperto e cedendo non poco “terreno” a favore degli Enti Locali pur di arrivare ad una soluzione sostenibile lasciando “aperte le ampie porte della collaborazione”d proprio per poter chiudere la questione del gioco pubblico. Non da ultimo, il Governo ha “messo in gioco” l’ultimo passo per la quadratura del cerchio rappresentato dall’annuncio del Ministero della Salute con il quale si desidera sciogliere qualsiasi nodo che lega il gioco pubblico in una matassa sempre più ingarbugliata e che sente la necessità di essere districata il più presto possibile.

Gli alibi sono però anche esauriti per gli Enti Locali, cosi come riporta il primo account facebook interamente dedicato a fornire notizie sui casino online legale e sul gioco d’azzardo, per i quali si è aperto uno scenario impensabile ed impensato: una piega decisamente diversa al punto che gli stessi Enti Locali potrebbero diventare i veri ed autentici vincitori di questo conflitto istituzionale. Non ci si deve scordare ched sino a qualche mese fad sembrava addirittura impossibile ed impensabile che gli stessi Enti potessero essere destinatari di una parte dei proventi derivanti dai giochid in cambio di una attività diretta di contrasto all’evasione attraverso le Polizie Locali e questa èd senza ombra di dubbiod una vittoria.

Gli ultimi Governi non hanno mai voluto rinunciare ad un centesimo delle entrate erarialid oppure non hanno fino in fondo creduto nell’emersione che avrebbe potuto scaturire da un controllo così a “tappeto”. Le cose, invece, ora sono cambiate, la proposta di controllo da parte delle Polizie Locali è stata inserita nero su bianco e, come si sa, “carta canta” in sede di Conferenza Unificata e ben accettata (e ci mancherebbe altro) dai Comuni che non possono certamente disdegnare un riconoscimento di questo tipo.

Nonostante la buona volontà del Governo in merito anche ai casino mobile legali, dimostrata più e più volte, c’è ancora qualche resistenza da parte delle Regioni. Certamente, non tutte, ma abbastanza per rendere difficoltoso il raggiungimento di una soluzione generale, anche se le stesse sanno perfettamente che una soluzione sul tema dei giochi ad oggi non è più procrastinabile e che forse è arrivata l’ora di “arrendersi alle polemiche”, ma di passare ai fatti!

I commenti sono chiusi.